L’iniziativa è parte del progetto AV Playground – Scuola Permanente di Connessioni, un luogo fisico e ideale per l’incontro tra il mondo dell’Integrazione di Sistemi e quello della progettazione di ambienti e strutture: qui Architetti, Ingegneri, consulenti ed End User professionali in generale, potranno ricevere in-formazione accreditata e fare esperienza delle opportunità offerte dalle tecnologie nei vari campi applicativi e mercati verticali – Lavoro, Università, Hospitality, Musei, Salute, Sicurezza.

Il progetto AV Playground è svolto in collaborazione con Ordini e Collegi Professionali, ogni appuntamento è accreditato per la formazione continua dei professionisti iscritti.

Il programma è dedicato a Professionisti della progettazione architettonica, ingegneri, gestori e amministratori di sale riunioni, aule scolastiche e universitarie, IT e Facility Manager, direttori di centri convegni, hotel, strutture ricettive ecc.. Ma anche ai progettisti e installatori di impianti e Audio Video, esperti di IT e TLC.

l programma, fruibile in presenza e da remoto, consta di tre appuntamenti che potranno essere seguiti come evento singolo o come serie completa, accedendo quindi anche ai relativi crediti formativi . L’obiettivo è proporre ai professionisti un percorso per scoprire le possibilità offerte dalle tecnologie nei vari contesti, ambienti, mercati verticali, fruibile da tutti e da ogni postazione.                                                                                              Nelle prossime tappe esamineremo i tre principali ambiti applicativi delle tecnologie multimediali e dell’automazione:

29 settembre, Vicenza – Condividere progetti, non spazi.
La progettazione di ambienti multimediali per lo studio e il lavoro

28 ottobre, Bari – Tecnologie e multimedialità per il settore Ho.Re.Ca – Hospitality, Restaurant, Caffè e Locali

25 novembre – Firenze – Mapping, Video arte, e allestimenti multimediali La multimedialità per il museale e l’arte

Primo appuntamento 

REGISTRATI QUI

VICENZA

Condividere progetti, non spazi
La progettazione di ambienti multimediali per lo studio e il lavoro

Prevede l’attribuzione di 3 Crediti formativi per gli iscritti all’Ordine degli Architetti di Vicenza

Ora che lavorare non coincide più con un luogo, che le aziende stanno riorganizzando gli spazi e cambiando le politiche di investimento per gli ambienti fisici, e le Università si sono strutturate perché la fruizione online o offline delle lezioni offra le medesime opportunità agli studenti, come devono essere impostati uffici, sale riunioni e aule per la formazione? Un programma per riflettere sulla progettazione dei nuovi spazi di lavoro, utile non a “inserire” la multimedialità in una sala, ma per metterla al servizio di un progetto architettonico (e di lavoro).

Il programma includerà riflessioni sulla progettazione architettonica, sui cambiamenti di paradigma che richiedono condizioni e ambienti diversi, sulle tecnologie come parte integrante dei processi cognitivi e produttivi del lavoro e dello studio nel 2022… e oltre.

Programma

– 9,30 – 9,45 – Saluti ai presenti

– 9,45 – 10,10 – La progettazione architettonica dei nuovi spazi di lavoro e di studio. Che ruolo ha, può o dovrebbe avere la tecnologia nella progettazione? Si tratta di applicazioni all’Architettura o può trattarsi di elementi strutturanti l’architettura? Considerazioni su Architettura temporanea ed Architettura permanente. Relatore – Architetto Jacopo Gonzato

– 10,10 – 10,30 – La progettazione AV degli spazi di apprendimento: la pandemia come volàno per l’innovazione all’Università degli Studi di Padova – Come convertire alla didattica ibrida oltre 400 sale, in 20 sedi e altrettante città, in soli quattro mesi? Per giunta in piena pandemia. Grazie a una buona e lungimirante progettazione, all’esperienza e al pragmatismo. Relatori – Dario Da Re, Direttore Digital Learning e Multimedia, Università degli Studi di Padova Daniele Marino, Responsabile dei Servizi Informatici, Università degli Studi di Padova

– 10,30 – 10,50 – I cambiamenti che guidano la realizzazione di luoghi di lavoro, il contributo del contract Premesso che non esiste una “formula tipo” applicabile a tutte le aziende, è chiaro da studi e scambi che l’Hub sarà, ma già è diventato, un Hub di incontro e condivisione. La tecnologia è divenuta imprescindibile, dalle tecnologie contactless e wireless alle App per le prenotazioni e gestione degli spazi, fino alla sanificazione di ambienti e aria. Lo spazio e la sua organizzazione dovranno essere “fluidi”, adattabili alle esigenze in continuo mutamento, pur conservando la propria identità. Relatore – Ilaria Pagano, Base Interiors

– 10,50 – 11,20 – Tavola rotonda

– 11,20 – 11,40 – Pausa Caffè

– 11,40 – 12,30 – Workshop di progettazione a cura dell’Architetto Jacopo Gonzato e di Ilaria Pagano di Base Interiors

I relatori

Jacopo Gonzato

Laureato in Architettura e dell’Ingegneria edile, ha completato gli studi presso la Pontificia Universidad Catolica del Chile, specializzandosi in architettura del suono. Ha iniziato lavorando alla Biennale d’Arte e Architettura di Venezia, curando il Padiglione Israele, per e proseguito alla T.A. Architettura, per tornare alla ricerca accademica allo IUAV di Venezia. Nel 2019 ha fondato lo studio b432, che unisce i mondi dell’Architettura e della Comunicazione.

Dario Da Re, Università di Padova Laureato in Scienze Politiche presso la medesima università, nel 2013 vince un dottorato di ricerca sulle metodologie per le ricerche in campo sociale; dal 2018 è Direttore dell’Ufficio Digital Learning e Multimedia dell’Università, e ha guidato (e sta guidando) il rinnovamento delle infrastrutture della più antica università italiana in epoca di pandemia.

Daniele Marino, Università di Padova Formatosi all’Università di Calabria, arriva a Padova per la Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali. Dopo il servizio civile nel Centro di Ateneo, diviene Tecnico informatico presso il Dipartimento di Matematica, per poi essere “arruolato” da Da Re nel 2020, per essere di aiuto nel grande processo di “ibridazione” della didattica di Ateneo.

Ilaria Pagano, Base Interiors

Dopo studi in Economia e Marketing, lavora per i primi anni nel campo della comunicazione, per approcciare il tema dei “nuovi uffici” come Responsabile delle PR e poi Sales Executive presso Office Solutions. Nel 2018 fonda Base Interiors che divine in breve tempo un punto di riferimento per le aziende per progettazione di ambienti e soluzioni in linea con le reali necessità, in tema di tecnologia, acustica, illuminotecnica, arredo, salute ecc.