Multimedialità nel museale e nell’arte

10-07-2018

Immaginare l’uso delle tecnologie multimediali nell’ambito museale, andando oltre al loro uso didascalico, utilizzarle per creare emozioni e offrire una chiave di lettura diversa e creativa della “Grande Arte”: senza sostituirsi a essa ma incentivando il grande pubblico ad avvicinarvisi con maggiore consapevolezza e curiosità.

Queste alcune delle domande cui ha cercato di dare risposta la giornata di studio Multimedialità nel museale, architetturale e nell’arte, che ha avuto luogo lo scorso 28 giugno presso il Museo degli Innocenti di Firenze. La giornata, voluta da Canon e Ligra, era organizzata da Connessioni in collaborazione con la Fondazione Architetti di Firenze. QUI il programma completo, che ha trattato di immersività e “storytelling”, di ibridazione tra multimedialità e arte, di nuovi linguaggi espositivi ed artistici, così come delle tecnologie per ottenerli.

I temi, probabilmente per la prima volta trattati all’interno di un convegno professionale, prendevano in considerazione il punto di vista di progettisti, curatori, allestitori, e delle aziende che progettano e propongono mostre di questo tipo. Un percorso formativo che evidentemente risponde a una necessità e curiosità esistenti, e che ha riscosso grande successo tra architetti e designer, ma ha richiamato anche molti referenti e responsabili di musei e gallerie, che ci hanno lasciato commenti interessanti. Ricciardo Artusi, della Città Metropolitana, Palazzo Medici Riccardi di Firenze: “Si tratta certamente di soluzioni utili, e che possono dare un contributo importante al visitatore”, o ancora Stefano Filipponi, Direttore del Museo che ci ha ospitato: “Giornata interessante e ho apprezzato il continuo rimando dei relatori alla creatività, al contenuto, e quindi a un uso della tecnologia come mezzo e non come fine”.

Tra gli speaker, alcuni professionisti e artisti di rilievo: Felice Limosani, artista multidisciplinare e membro della Fondazione di Venezia e della Fondazione Matera Capitale della Cultura Europea del 2019, Mick Odelli, CEO di Senso Immersive, Claudio Focardi di Ultra Prime, oltre a Raffaele Losi, Direttore Comemrciale Ligra e Gianluca Codina, Business Development Manager, Projector Canon Italia, BU Professional Imaging, Canon Italia.

www.connessioni.biz
www.canon.it
www.ligra.it
www.felicelimosani.com
www.ultraprime.net
www.drawlight.net
www.sensoimmersive.com

 

Tags: , , ,

Lascia un Commento

ADVERTISEMENT

Credits | Privacy Policy GDPR
Copyright ©2011 Connessioni. All Rights Reserved.
Powered by ARANEUS