4K all’altezza delle aspettative?

09-10-2012

L'ultima edizione del Top Audio & Video Show ha visto la presenza di alcuni prodotti 4K - ma è proprio da lì che sta passando la strada verso il futuro dei nuovi visori? C'è chi dice di no.

Il 4K, partendo dalle sale cinematografiche, sta incontrando il grande pubblico e comincia ad entrare nelle abitazioni – pur collocandosi in fasce di prezzo non propriamente popolari. Ma c’è tuttavia chi la ritiene soltanto una sorta di “passaggio” più o meno obbligato che servirà a muovere le acque fino a che non saranno davvero pronte le nuove proposte di apparecchi TV con schermi OLED.

La società di mercato IHS iSuppli sostiene infatti che, seppur mantenendo un trend crescente fino al 2017, la vendita di apparecchi con risoluzione 4K rappresenterà soltanto lo 0,8% di quello che sarà il mercato complessivo. Quindi, una nicchia.

Le motivazioni – oltre che dipendere dal costo elevato e dal fatto che la resa del 4K su schermi di dimensioni medie non supera di molto quella del Full HD – si rintracciano anche nella bassa (almeno per ora) diffusione di contenuti generati per tale risoluzione, nonché nella convinzione non dichiarata degli stessi produttori che prevedono come reale prodotto di punta del prossimo futuro il TV OLED.

Per questi motivi le case produttrici si stanno già dando molto da fare in questo campo, soprattutto per arrivare ad offrire prodotti avvicinabili anche dal grande pubblico.

Volendo riflettere in astratto, è il paragone “4K versus OLED” ad essere teoricamente ‘mal posto’. I nuovi apparecchi 4K in arrivo si basano infatti su schermi LCD, tra cui diversi con retroilluminazione LED (Edge), i quali mantengono tutte le caratteristiche tipiche dei cristalli liquidi, con pregi e difetti; per semplificare, possiamo dire che si tratta essenzialmente di apparecchi che si differenziano dagli attuali LCD in commercio per la risoluzione quadruplicata.

Invece, l’OLED è una tecnologia nuova, con notevoli potenzialità in termini di rapporto di contrasto, realismo e qualità generale delle immagini – senza contare i minori consumi e il contenimento delle dimensioni. Quindi, una nuova generazione di TV, ma fruibile con le risoluzioni degli apparecchi TV odierni.

Ad ogni modo, proprio in virtù del fatto che si tratta di una tecnologia nuova (relativamente a questo campo applicativo), l’OLED presenta comunque delle incognite – ad esempio la longevità del supporto (attualmente ancora difficilmente verificabile per motivi puramente cronologici) e, naturalmente, il prezzo. Incognite che, siamo certi, andranno presto a svanire grazie all’impegno e agli investimenti in ricerca e sviluppo che le grandi aziende del settore stanno mettendo in campo.

Tags: , , ,

ADVERTISEMENT

Credits | Privacy Policy GDPR
Copyright ©2011 Connessioni. All Rights Reserved.
Powered by ARANEUS