MIR 2019: Sony con tecnologie e soluzioni broadcast di ultima generazione

09-05-2019

Il MIR di Rimini è stato l’occasione per Sony di illustrare le sue ultime soluzioni broadcast per la ripresa, con l’ausilio dell’esibizione live della band Pop Deluxe.

Al “Music Inside Rimini” Sony Professional ha presentato le nuove tecnologie e le ultime soluzioni audio-video che accrescono le possibilità creative e la flessibilità del workflow in ambito broadcast. Due i punti cardinali: la valorizzazione dei contenuti live, al fine di renderli sempre più coinvolgenti, e l’efficienza del workflow.
Lo stand Sony al MIR ha offerto ai visitatori la possibilità di toccare con mano l’intera gamma di camcorder, fra cui il nuovo HXR-MC88, lanciato al NAB 2019, oltre alle soluzioni audio per applicazioni live, ai radiomicrofoni di ultima generazione DWR e DWT, ai monitor serie LMD-A con il nuovo software HDR, per finire con i servizi “XDCAM air” e “Virtual Production” basati su cloud che permettono di creare, controllare, connettere e distribuire contenuti quando e dove lo si desidera attraverso un workflow condiviso.
La presenza Sony al MIR 2019 si è estesa però ed è andata, per così dire, al di là dello stand, per aprirsi al Padiglione C3 – Palco Rock 1, dove è stato possibile vedere all’opera e testare le soluzioni per la ripresa 4K HDR dal vivo, durante l’esibizione della band Pop Deluxe.

La novità più interessante è stato il camcorder HD ultra-compatto HXR-MC88: il sensore CMOS Exmor RS da 14,2 megapixel permette di lavorare anche in condizioni di luce scarsa o, al contrario, molto intensa. La telecamera è dotata anche del sistema di messa a fuoco automatica Fast Hybrid, oltre a filtri ND a 4 step e zoom ottico 12x, che può essere raddoppiato fino a 24x con Clear Image Zoom, mantenendo la risoluzione piena grazie alla tecnologia Super Resolution, e aumentato fino a 48x con Digital Extender di Sony.
In un piccolo corner per interviste, i visitatori del MIR hanno potuto sperimentare anche i camcorders PXW-Z190 e PXW-Z280, equipaggiati con una terna di sensori nativi in 4K. In questo set-up i camcorder sono stati connessi in wireless con le piattaforme XDCAM Air e Virtual Production, consentendo di sperimentare il concetto di nuovo workflow per la produzione cost-effective.

Il MIR è stato anche l’occasione per presentare la nuova proposta Sony: “Intelligent Media Service”, che racchiude le soluzioni e i servizi di nuova generazione mirati all’innovazione dei processi produttivi. Ad esempio, XDCAM Air è un servizio basato su cloud che permette di connettere in wireless i camcorder dalle location con le infrastrutture del broadcaster, integrandosi peraltro con sistemi per la redazione giornalistica e MAM (ad es. Sony Media Backbone Hive e Media Backbone NavigatorX) per supportare il workflow di acquisizione in remoto. Le nuove caratteristiche includono supporto bidirezionale della funzione di Intercom audio, streaming HEVC (H.265) e streaming per la distribuzione multi-punto. Oppure, ecco Virtual Production, la soluzione Sony configurabile in abbonamento basata su cloud che fornisce un set completo di strumenti di produzione, mixer video-audio, storage, titling, grafica per finalizzare lo streaming multipiattaforma.
Infine, presso lo stand Sony i visitatori hanno potuto iscriversi ai corsi del Sony DMPCE – Digital Motion Picture Centre Europe, che si tengono presso i celebri Pinewood Studios, nei pressi di Londra.

pro.sony

Tags: ,

Lascia un Commento

ADVERTISEMENT

Credits | Privacy Policy GDPR
Copyright ©2011 Connessioni. All Rights Reserved.
Powered by ARANEUS