Gewiss a Illuminotronica 2018

02-01-2019

Lo scorso 29-30 novembre e 1 dicembre 2018 ha avuto luogo alla Fiera di Bologna la manifestazione Illuminotronica, a seguito del trasferimento da Padova, dove si era svolta negli anni precedenti; fino ad oggi la fiera si è concentrata sul connubio fra illuminazione ed elettronica, ma dall’edizione 2018 si è presentata come una vetrina per il nuovo mercato dell’Internet of Things in Italia.

Gewiss a Illuminotronica è stata presente in grande stile, e con diverse modalità: con uno stand dove ha presentato Esalite, un sistema di illuminazione a LED per applicazioni outdoor e indoor, con design molto curato, le ultime novità in tema domotica e SmartCities, con Chorus, e con un interessante convegno nel pomeriggio del 29 dal titolo: Smart City, il punto di vista Gewiss – Soluzioni Building, Industry and Infrastructures. Nell’occasione abbiamo incontrato Luigi Igor Rota, responsabile Trade Marketing Lighting e Carlo Cervello, addetto ufficio stampa per Gewiss Italia.

C – Signor Rota, partendo proprio dai nuovi Esalite, quali le applicazioni di questa nuova gamma?

LR – Esalite può essere installato in tre diverse modalità: in sospensione per un utilizzo indoor, come proiettori architetturali, oppure con un supporto “a paletto”, tendenzialmente in ambito green. Inoltre abbiamo sette diverse taglie con quattro ottiche ciascuna; le ottiche vengono definite in base alla tipologia di lente secondaria che viene applicata. Sono prodotti a elevata potenza ma soprattutto caratterizzati da una notevole robustezza: meccanica, data dalla scocca in alluminio pressofuso, agli agenti atmosferici, alle polveri, agli atti vandalici, ideali dunque per un utilizzo esterno. Il lifetimeè di circa 100.000 ore, valore decisamente superiore rispetto agli standard di mercato, grazie all’elevata resistenza della componente elettronica ai picchi di sovratensione. Il tutto concentrato in un prodotto dal design decisamente innovativo.

C – Parlando di design, per quale motivo la forma esagonale?

LR – Il nome Esalite rimanda ovviamente alla sua forma, che lo rende immediatamente riconoscibile, oltre che facilmente modulabile e affiancabile.

C – In che misura l’introduzione di nuove tecnologie d’illuminazione LED si traduce in un effettivo risparmio per l’utente finale?

LR – Con l’illuminazione a LED abbiamo abbandonato il concetto di “equivalenza” in Watt rispetto all’illuminazione tradizionale. Ad esempio, se con un impianto tradizionale per un determinato risultato occorrono 1.000 Watt, con i LED ne servono molti meno. Un esempio concreto è l’impianto sportivo di Sarnico: con l’installazione dei nostri dispositivi Smart[PRO] abbiamo raggiunto circa l’80% di risparmio energetico rispetto all’impianto d’illuminazione precedente.

C – Nella vostra strategia industriale puntate molto sul progetto Smart City; come sarà la città del futuro?

LR – Gewiss sta sviluppando Chorus, la prima Smart City italiana alle porte di Bergamo. Si tratta di un modo molto innovativo di vivere la città, ma anche la stessa abitazione, grazie a sistemi in grado di monitorare e fornire informazioni tecniche sullo stato di tutti i componenti connessi della casa, dall’energia agli elettrodomestici, per intervenire preventivamente in caso di malfunzionamento o guasto, con un notevole vantaggio in termini di sicurezza. L’innovazione delle nostre città invece, passa anche da un innovativo sistema di illuminazione urbana, in grado di misurareper esempio quante persone ha attorno e verificare i livelli di sicurezza: in caso di evacuazione cerca di farle fluire con dei segnali audio e invia il segnale di emergenza agli operatori di sicurezza.

C – State riscontrando difficoltà nell’implementazione di queste tecnologie su larga scala?

LR – Sia i clienti finali che l’amministrazione pubblica stanno lentamente comprendendo che con un certo tipo di tecnologie si risparmia molto, per esempio nella manutenzione, anche contando un investimento iniziale un poco più elevato rispetto alle tecnologie classiche.

C – Quale percorso fate con i partner per aiutarli a essere testimoni degli sviluppi tecnologici? 

LR – Per quel che riguarda il rapporto con gli installatori, offriamo diverse opportunità: i Top Installer sono professionisti che hanno un rapporto particolare con Gewiss, da cui ricevono assistenza oltre a una serie di servizi aggiuntivi, tra cui anche un percorso formativo dedicato. Per coloro che utilizzano KNX, cui anche Gewiss aderisce, presso i nostri centri formativi possono seguire sia la formazione dedicata sia alla tecnologia, che ai nostri prodotti che la utilizzano; come sapete si tratta di soluzioni che nel tempo possono essere facilmente rinnovate e implementate, e questo si traduce spesso in un rapporto di lungo periodo con il cliente.

/www.gewiss.com/it/it/products/lighting/esalite

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: ,

ADVERTISEMENT

Credits | Privacy Policy GDPR
Copyright ©2011 Connessioni. All Rights Reserved.
Powered by ARANEUS