Piattaforma smart per monitor smart: ecco LG webOS

11-12-2018

La soluzione appositamente creata per “dare vita” ai monitor signage di LG rappresenta il vero e proprio cuore pulsante dei sistemi di digital signage in ambito business.

Quando si parla di digital signage, oggi, il monitor non è mai un elemento del tutto indipendente, una pura periferica di visualizzazione, ma si trasforma in “attore” che recita il proprio ruolo tecnologico e strategico all’interno dell’installazione. E qui entra in scena la piattaforma webOS di LG Business Solutions, creata per dare origine ad applicazioni personalizzate in base alle molteplici e multiformi esigenze del mercato professionale.

LG webOS, in abbinamento coi monitor Smart LG di ultima generazione corredati da SoC (System on Chip), è in grado di offrire avanzate performance grafiche e di eliminare la necessità di periferiche esterne come PC o media player. Il monitor, in pratica, diventa un dispositivo smart dotato di connessione wireless, rendendo la comunicazione digitale ancora più efficace e interattiva.

Perché affidarsi a webOS
L’applicazione presenta vantaggi tanto per gli integratori quanto per gli utilizzatori finali. Partiamo dagli sviluppatori: essendo webOS una piattaforma open source basata su web, è possibile sviluppare con semplicità contenuti dinamici, utilizzando i più comuni linguaggi di programmazione (HTML, Javascript e CSS) e una vasta gamma di sensori come NFC, lettori barcode, touch, beacon, eccetera. Sul lato sicurezza, webOS supporta il protocollo HTTPS e server proxy, garantendo una comunicazione affidabile tra monitor e server web/dati e impedendo accessi indesiderati alla rete aziendale.

Pensando all’utente finale, invece, la carta vincente è anzitutto la facilità di gestione dei contenuti, realizzata grazie a un’interfaccia grafica intuitiva, che consente anche ai meno esperti di operare velocemente. La funzione Group Manager consente di raggruppare più monitor, per gestire comodamente le campagne di comunicazione estese, senza la necessità di PC o software dedicati. Control Manager – programma di web monitoring integrato – consente invece di controllare lo stato dei monitor in tempo reale.

Digital signage senza confini
In sostanza, cosa apporta webOS in termini di efficacia e interattività? Si va dalla possibilità di riprodurre contemporaneamente più video, utilizzando la feature “Multi Video Tags”, alla disponibilità di animazioni CSS, per arrivare allo Streaming Video IP: webOS supporta infatti diversi protocolli di streaming come RTSP/RTP/HLS e UDP Multicast per la riproduzione di contenuti in tempo reale. Infine, più monitor possono essere affiancati in un playback sincronizzato dei contenuti, per creare un multischermo. Tutto ciò, senza l’aggiunta di periferiche o device di gestione. Il CMS (Content Management System) integrato permette infatti di creare, modificare e gestire i contenuti sia che essi siano a bordo del monitor, sia che provengano da memorie esterne (USB).

Il resto lo fa la possibilità di impostare non solo la sequenza di riproduzione dei contenuti, ma anche dettagli come la frequenza e il tempo di riproduzione di ciascun contenuto. Compatibile con diverse serie di monitor (OLED, Ultra Stretch, Ultra HD, Video Wall, Full HD, High Brightness e modelli Touch) e caratterizzato da elevata retrocompatibilità, LG webOS offre, insomma, un digital signage “chiavi in mano”.

webOS all’opera
Dopo tanta teoria, ecco un esempio concreto di cosa significhi creare soluzioni di digital signage con webOS, raccolto allo stand LG di ISE 2018.

 

Cosa aspetti? Scarica la presentazione di LG e scopri tutte le funzionalità smart di webOS.

www.lgbusiness.it 

Tags: , , ,

ADVERTISEMENT

Credits | Privacy Policy GDPR
Copyright ©2011 Connessioni. All Rights Reserved.
Powered by ARANEUS