Meyer Sound per “An encounter with Lux Prima”

28-08-2019

Installazione artistica ideata da Karen O e Danger Mouse, “An encounter with Lux Prima” si è giovata della tecnologia Meyer Sound per creare un ambiente realmente immersivo per i visitatori.

Alla fine di aprile 2019, per quattro giorni, più di 3.500 visitatori hanno sperimentato un’installazione artistica della durata di 35 minuti chiamata “An Encounter with Lux Prima”. Concepito da Karen O e Danger Mouse come un’introduzione immersiva alla loro nuova collaborazione, questo audace evento – sedici sessioni in tutto – si è tenuto presso la Marciano Art Foundation di Los Angeles.
Il pubblico è stato completamente avvolto da un sistema audio spaziale costruito su misura da Meyer Sound, per diffondere sia musica che effetti sonori, con l’aggiunta di onde infrasoniche emanate da tre elementi di controllo a frequenza molto bassa VLFC.

Con “An Encounter with Lux Prima” Karen O e Danger Mouse hanno voluto coinvolgere il pubblico nel contenuto sensoriale ed emotivo della musica, all’interno di un ambiente che ha trasceso i limiti della normale performance teatrale. Un lungo elenco di tecnici e di specialisti ha collaborato con i due artisti per costruire l’installazione, tra cui il sound designer Ren Klyce che, per trasformare la musica dell’album in un’esperienza completamente immersiva, ha creato un mix 7.1 a partire dai master multitraccia, arricchito da ulteriori elementi sonori spaziali. I diffusori Meyer Sound sono stati impiegati fin dall’inizio durante il processo creativo, prima presso la struttura di post-produzione di Klyce, quindi per i pre-mix finali di Skywalker Sound.
“Gli altoparlanti Meyer Sound sono molto musicali, il che è ciò che, personalmente, più mi piace di loro”, ha detto Klyce. “Oltre alla loro naturale qualità musicale, possono diventare molto rumorosi ma comunque piacevoli. Sono molto efficaci anche alle basse frequenze con i VLFC.
Parallelamente al sound design di Klyce, la parte del team che si occupava di arti visive ha studiato un design centrato su un massiccio monolite di pietra irregolare poggiato su una base triangolare. Il pubblico doveva sedersi attorno ad esso su sezioni di vero prato, con un’illuminazione dinamica e proiezioni in video mapping che illuminavano sia il monolito che i muri circostanti.
Dodici altoparlanti UPQ-1P hanno fornito il programma LCR a gamma completa, con un overhead UPQ-1P aggiuntivo. All’interno, anche sei elementi di controllo a bassa frequenza 900-LFC per bassi profondi più la forza elementare infrasonica di tre elementi di controllo a bassa frequenza VLFC. I quattro canali surround utilizzavano ciascuno due altoparlanti UPQ-2P. La musica è stata quindi sincronizzata con il video e gli effetti di illuminazione, con i movimenti spaziali del suono e il controllo dello spettacolo visivo, tutti diretti da una piattaforma audio digitale D-Mitri.

Il passaggio finale è stato quello di impostare tutta la tecnologia audio e video presso la Marciano Art Foundation, apportare alcune piccole modifiche audio per regolare le differenze di acustica e dimensioni della stanza e finalizzare il controllo dello spettacolo collegando l’intero “incontro” a tre pulsanti su un iPad: Preshow, Show Go e arresto di emergenza (che non è mai stato necessario).
“La reazione del pubblico è stata straordinariamente positiva” – ha detto il producer Mungo Maclagan. “Il pubblico è stato totalmente coinvolto per tutti e 35 i minuti. Anche David Lynch è venuto per uno spettacolo e ha espresso grande apprezzamento!”
Oltre al sistema principale, un piccolo sistema pre-show è stato distribuito nell’area della lobby con quattro altoparlanti UPJ-1P. Prima dell’apertura, un’esibizione dal vivo su invito di Karen O e Danger Mouse per 400 ospiti vip è stata rafforzata da otto altoparlanti line array MINA più quattro elementi di controllo a bassa frequenza 750-LFC.

meyersound.com/

Lascia un Commento

ADVERTISEMENT

Credits | Privacy Policy GDPR
Copyright ©2011 Connessioni. All Rights Reserved.
Powered by ARANEUS