Epson e il mercato AV pro: soluzioni al centro

07-02-2019

Il maxi stand di Epson sorprende i visitatori di ISE proponendo veri e propri ambienti professionali, integrati con diverse soluzioni video.

La ISE-experience di Epson si snoda lungo molteplici “direttrici” tecnologico-applicative legate dal fil rouge di un approccio integrato ed esperienziale al mercato AV Pro. Lo spettacolare EpsonVortex e le nuove soluzioni audiovisive per signage, ufficio e intrattenimento ci hanno accolto, insieme a Neil Colquhoun, Vice President CISMEA & Professional Displays di Epson Europe, per il tradizionale press tour dello stand. “Il segmento professionale è sempre più importante per Epson – esordisce il manager -. Dal 2012 lavoriamo a stretto contatto con i clienti per fornire loro prodotti performanti ed efficienti. Grazie al nostro impegno nell’ascoltare le esigenze del mercato, garantendo supporto e assistenza adeguati a ogni contesto applicativo, la componente AV pro tocca oggi il 30-35% del business globale di Epson ed è in continua evoluzione”.

Lo dimostrano i protagonisti dello spazio espositivo allestito nel vivace padiglione 1. A cominciare dal lancio, in anteprima, del nuovissimo videoproiettore laser da installazione top di gamma con luminosità di 30.000 lumen EB-L30000U, dedicato a società di rental, organizzatori di eventi, hospitality e turismo. Sempre in tema di videoproiezione, Epson mette in scena a ISE anche le soluzioni compatte da installazione, con i modelli EB-L1075U, EB-L1070U ed EB-L1050U. Dotati di tecnologia 4K Enhancement e di ottiche intercambiabili, questi videoproiettori sono ideali per i grandi ambienti, dai luoghi di attrazione agli auditorium, dai musei alle sale riunioni. Interessante anche la nuova proposta EB-U50, videoproiettore elegante ma robusto per applicazioni signage, progettato per coinvolgere il pubblico proiettando immagini su qualsiasi superficie.

Tra smartglass e realtà aumentata
Lo stand 1-H90 fa da cornice anche a dimostrazioni live, organizzate in partnership con altre aziende e realtà internazionali, come l’iniziativa lanciata insieme al National Theatre per la realizzazione di smartglass – basati su Epson Moverio – con servizio di sottotitolazione integrato basato, pensato per gli appassionati di teatro con problemi di udito. “La realtà aumentata sta prendendo sempre più piede – commenta Valerie Riffaud Cangelosi, Head of New Market Development di Epson EMEA. Molte sono infatti le applicazioni prima implementate allo scopo di dimostrarne la fattibilità e ora utilizzate regolarmente. La nostra collaborazione con il National Theatre ne è un chiaro esempio: dimostra infatti come le persone con problemi di udito possano trarre vantaggio dall’utilizzo degli smartglass, consentendo loro di partecipare alle rappresentazioni teatrali e vivere un’esperienza emozionale”.

Altro interessante esempio di questa sinergia “immersiva”, che tocca il patrimonio storico-culturale italiano, il progetto avviato con ARtGlass per il complesso archeologico romano di Brescia.

Nel vortice del projection mapping
Se l’indirizzo di ISE 2019 è chiaramente ancorato al projection mapping, Epson ha centrato in pieno il tema di questa edizione con l’applicazione #EpsonVortex, “portale cinetico” che regala ai visitatori un’esperienza a 360°, coinvolgendoli attivamente e rendendoli parte integrante dell’installazione con un viaggio all’interno del vortice unico nel suo genere. Per la realizzazione del

progetto, Epson ha impiegato 16 videoproiettori laser EB-L1755U in doppio stack con ottiche ELPLU03 e un sistema audio multicanale per la riproduzione di suoni in 4D personalizzati. Entrando nel portale, i visitatori diventeranno parte dell’installazione: ognuno di loro verrà mappato con elementi visivi in tempo reale mediante una matrice laser, creando uno spettacolo sempre diverso che rispecchia nel dettaglio i movimenti compiuti. Provare per credere!

www.epson.it

 

Tags: , , ,

ADVERTISEMENT

Credits | Privacy Policy GDPR
Copyright ©2011 Connessioni. All Rights Reserved.
Powered by ARANEUS